Dolenjska, un’esperienza diversa.

Cucina e vino

Sulla ricca cucina tradizionale della regione hanno indubbiamente influito anche i Paesi confinanti con i loro cibi tradizionali, per questo motivo vi ritroviamo caratteristiche della cucina italiana, ungherese, austriaca e balcanica. Da non perdere sono i diversi tipi di struccoli, gli žganci (sorta di polenta sminuzzata), il matevž (contorno composto da fagioli e patate passati al setaccio che accompagna i piatti di carne e i cavoli lessi), i diversi tipi di minestre (di miglio, d'orzo e di grano saraceno) e gli žganci di grano saraceno o mais. Altri piatti tipici sono la polenta, i mlinci (pasta fresca abbrustolita), i crauti e le rape macerate nelle vinacce, molto importanti nell'alimentazione dei nostri antenati.

Agli amanti della carne consigliamo l'agnello allo spiedo o il maialino da latte, la selvaggina, le pečenice (salsicce fritte), i sanguinacci, gli arrosti e i pesci (trote), abbinati a verdure e insalate dell'orto di casa. Particolari sono i cibi preparati in occasione della macellazione del maiale, vista come festa casalinga. Anche il pollame è apprezzato, soprattutto l'anatra con contorno di mlinci e cavoli rossi. La regione è inoltre famosa per il formaggio di pecora e gli ottimi insaccati.

I vini DOC più importanti della Dolenjska e della Bela krajina sono cviček, metliška črnina e belokranjec. Il cviček è una particolarità europea, in quanto è l’unico vino in Europa con una gradazione alcolica inferiore al 10%. Dato il basso tenore alcolico, la scarsa acidità e gli effetti benefici, il suo consumo moderato viene consigliato anche dai medici. Altri vini apprezzati sono modra frankinja, laški rizling, chardonnay, sauvignon, moscato giallo ed altri vini di qualità superiore. Vi consigliamo di assaporare i piatti tipici accompagnandoli con un buon vino regionale. Solo così potrete godere appieno della cucina e dei vini locali.

E-news