Foresta vergine di Krokar

La foresta primordiale Krokar è una passeggiata nei tempi antichi – la natura incontaminata. Il contatto con i tempi antichi, la pace interiore e il silenzio sotto grandi alberi secolari, stranezze di potenti alberi traballanti – ci travolge e ci affascina sempre. Per migliaia di anni, qui la natura ha fatto rispettare silenziosamente le sue leggi. Una prenatura rara e preziosa è principalmente un patrimonio che è attentamente custodito. Sul pendio ripido ai margini della riserva forestale primordiale è intagliato uno stretto sentiero. Passo dopo passo il sentiero ci conduce tra giganteschi alberi caduti, tra faggi secolari, dove il tempo si è fermato … La foresta primordiale cambia sempre la cattedrale degli alberi; la primavera copre il terreno in un tappeto di fiori verde e bianco; l’estate è un tetto ombroso delle cime degli alberi; l’autunno è una coperta effervescente di foglie cadute; inverno misterioso silenzio bianco.

Foresta vergine Krokar è il regno del faggio. Misura 74,49 ettari. Ogni 10 anni misurano tutti gli alberi, più spessi di 10 cm. Nel 1995, l’intera superficie della foresta vergine copre 38.734 alberi vivi e morti che erano misurabili.

UNESCO:

Dal 2017, nell’ambito dell’allargamento transfrontaliero, la foresta vergine di Krokar è entrata nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Questa estensione transfrontaliera del sito del patrimonio mondiale delle faggete originali dei Carpazi e delle vecchie faggete della Germania si estende su 12 paesi. L’estensione è legata alla resilienza degli alberi e alla tolleranza di varie condizioni climatiche, geografiche e fisiche.

(Foto: Tomaž Ovčak)

Pragozd Krokar,
Other